"COMPAGNIA GENITORI INSTABILI"

I NOSTRI PRIMI 15 ANNI

dal giornale "SPORTFOLIO" n°25 del 6 Novembre 2015

 

 


 

 

"Il teatro non è il paese della realtà: ci sono alberi di cartone, palazzi di tela, un cielo di cartapesta, diamanti di vetro, oro di carta stagnola, il rosso sulla guancia, un sole che esce da sotto terra. Ma è il paese del vero: ci sono cuori umani dietro le quinte, cuori umani nella sala, cuori umani sul palco." (Victor Hugo)

“Quindic’anni, quindic’anni, quindic’anni, poesia di un’età che non ritorna …..” è il ritornello di una vecchia canzone, ma per i Genitori Instabili  quindici anni sono il tempo passato insieme e che non è affatto un tempo andato , che non ritorna, bensì un tempo coniugato al presente e al futuro, è poesia di un’età sempre verde, ancora tutta da vivere. E infatti sono ancora tutti lì, brillanti, con tante idee e voglia di fare, ancora capaci di  entusiasmarsi alla sola idea di avere qualcosa di nuovo da fare nonostante siano passati 15 anni.

Il 2015 segna tre lustri di sodalizio carico di emozioni, amicizia, voglia di stare insieme, di creare, di condividere, di regalare sentimento e allegria; per questa ragione li troviamo ancora, oggi come allora, nel loro “cantiere aperto” un po’ più vecchi ma con la stessa verve e un briciolo di pazzia in più. Alcuni, per svariati motivi, hanno abbandonato , ma tanti altri, dopo avere superato la selezione di severissimi provini, si sono aggiunti e ad oggi i componenti sono circa quaranta.
La Compagnia dei Genitori Instabili, come quasi tutti sanno, nasce dall’idea di alcuni genitori di differenziarsi e fare per i propri figli, allora bambini, una “scenetta” di fine anno scolastico con l’aiuto delle maestre della scuola elementare di Vicomoscano. Fu proprio quella scuola che li vide muovere i primi passi e che li cullò come una mamma nei primi anni del loro percorso.
Oggi quei bambini sono parte attiva nella compagnia , che nel frattempo di strada ne ha fatta tanta. L’amore per i propri figli, per gli altri, per i valori che contano, per la natura e il rispetto che le si dovrebbe, per le cose genuine, per l’amicizia e la solidarietà, per la goliardia            , per quel briciolo di sana follia che aiuta a vivere meglio e, non da ultimo ,per il teatro, li ha portati negli anni a produrre opere, sia per il palcoscenico che per la videocamera, di tutto rispetto. Storie inventate e scritte a più mani, costumi, musiche e balletti, scenografie e riprese cinematografiche sono da sempre strumenti di unione, risate e creatività; c’è chi si sente attore, chi scenografo, chi ballerino e chi coreografo, chi regista e chi scrittore. Momenti memorabili quelli in cui l’idea prende forma, magari attorno a un tavolo, in un capannone, in una stalla, in un campo di frumento, in una vecchia casa abbandonata, in palestra o nella cucina di uno dei componenti, i cui mobili, debitamente smontati, vengono portati nel giardino in quanto disturbano lo spazio scenico a dispetto delle lamentele del padrone di casa. Di tutto un po’ pur di dare sfogo alla fantasia e a quella frenesia che hanno il sapore della felicità.
Non sono mancati premi vinti a concorsi per cortometraggi, comparse in serie televisive come Mal’ aria, il cui regista, Paolo Bianchini, è loro ammiratore, seguace e caro amico e non sono mancate grandi soddisfazioni a conclusione di opere rappresentate in teatro.
Momenti magici, lavoro di squadra, fantasia e tanta passione hanno svezzato e reso audaci anche i più timidi e i più esitanti,         che si sono cimentati in parti e travestimenti che mai avrebbero immaginato. Un laboratorio, il loro, in cui la finzione e la maschera prendono per mano la realtà e           procedono insieme in un luogo in cui nulla è impossibile.
Per festeggiare questo traguardo, nel cantiere delle idee qualcosa sta bollendo in pentola, forse un party, forse uno spettacolo, una recita, una danza, un canto o forse semplicemente un’adunata di tanti cuori umani. Attendiamo quindi l’invito alla festa di compleanno dei Genitori Instabili, certi che sapranno ancora sorprenderci.

( <<< indietro)

 

 

 

All rights reserved - Associazione Compagnia " Genitori Instabili " 2000-2018 - Webmaster : Maurizio Stocchi